CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO DELL'AMIANTO - Comune di Gambettola (FC)

archivio notizie - Comune di Gambettola (FC)

CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO DELL'AMIANTO

 

Bando modalità di presentazione e di erogazione di contributi economici comunali per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto presenti nel territorio del Comune di Gambettola per il triennio 2020/2022

 

 

Articolo 1 ( Finalità )

Il presente bando disciplina le procedure dirette alla concessione ed erogazione di un contributo comunale a beneficio di coloro che intendano effettuare interventi volti alla rimozione e successivo smaltimento, avvalendosi di Ditte specializzate, di manufatti contenenti amianto esistenti sul territorio del Comune di Gambettola, a vantaggio della salute collettiva e dell’ambiente.

I fondi necessari a tale scopo vengono attinti per l’incentivazione di azioni rivolte alla sostenibilità ambientale dal bilancio comunale, secondo l’intendimento dell’Amministrazione Comunale di destinare tale somma a privati.

 

Articolo 2 ( Interventi ammissibili )

Possono essere ammessi al contributo comunale gli interventi di rimozione e successivo smaltimento a termini di legge di manufatti contenenti amianto effettuati da privati cittadini, esistenti sul territorio del Comune di Gambettola, quali ad esempio: coperture, tettoie, lastre, pannelli per coibentazione, tubazioni, tegole, canne, serbatoi, ecc. avvalendosi di Ditte specializzate.

 

Articolo 3 ( Entità del contributo )

Il Comune di Gambettola, per il conseguimento delle finalità riportate all’art. 1, destina per il triennio 2020/2022 un importo pari ad € 2.000,00 per l’anno 2020 e ad €. 1.000,00 rispettivamente per gli anni 2021 e 2022, come stabilito con deliberazione di Giunta Comunale n. 30 del 27.02.2020.

L’incentivo economico coprirà le spese dell’intervento con un contributo forfetario di 500,00 per ogni singolo intervento con divieto di suddivisione artificiosa dell’intervento di bonifica in più stralci.

I contributi saranno erogati in ordine di precedenza di prenotazione fino all’esaurimento del fondo.

 

Articolo 4 ( Requisiti da possedere per richiedere l’incentivo )

Possono accedere al contributo le persone fisiche residenti o meno nel Comune di Gambettola, aventi i seguenti requisiti:

- essere proprietarie di manufatti in cemento amianto presenti nel territorio del Comune di Gambettola;

- non abbiano richiesto/usufruito altro tipo di contributo per lo stesso intervento.

I beneficiari del contributo avranno l’obbligo di attenersi alle procedure contenute nel presente Bando.

 

Qualora la copertura in cemento amianto sia di superficie di circa 20 mq e posta ad altezze non elevate è facoltà del proprietario di provvedere da solo alla rimozione e imballaggio delle lastre di eternit seguendo le procedure indicate dalle linee giuda regionali non potendo però, in questo caso, beneficiare dell’incentivo.

Ogni cliente domestico del servizio rifiuti può infatti conferire gratuitamente agli impianti di Hera fino a 300 kg (equivalente di circa 20 mq) di materiale contenente cemento-amianto all’anno seguendo gli accorgimenti necessari.

Se si tratta invece di quantità superiori ai 300 kg o 20mq circa occorre chiamare una ditta specializzata.

Potranno essere oggetto di incentivo anche gli interventi realizzati nell’anno 2019.

 

Articolo 5 ( Procedure di presentazione della domanda e di erogazione del contributo )

1 - il proprietario del manufatto presente nel territorio del Comune di Gambettola (persona fisica) dovrà:

  • telefonare al Servizio Lavori Pubblici del Comune (0547 45302 / 45330) per accertare la perdurante disponibilità del fondo e ricevere in assegnazione il numero di prenotazione per l’incentivo economico da indicare nei documenti, tale prenotazione avrà una durata di 20 giorni prima di perdere la validità;

  • nel suddetto termine di 20 gg dalla prenotazione, il richiedente dovrà inoltrare al Sindaco apposita istanza scritta per la richiesta di ammissione al contributo redatta sull’allegato modulo “Richiesta ammissione contributo economico ”, indicando il numero di prenotazione ricevuto;

  • dovrà poi rivolgersi ad una Ditta Specializzata che opera nel rispetto della normativa vigente per effettuare l’intervento.

Per avere il contributo:

  • il richiedente dovrà rivolgersi alle Ditte specializzate che effettuano gli interventi di bonifica di beni contenenti amianto, iscritte alle categorie 10A e 10B dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali. L’elenco di tali Ditte è disponibile: al sito www.albogestoririfiuti.it , nell’area “elenchi iscritti”;

  • l’intervento di bonifica messo a contributo dovrà essere completato entro 120 giorni dalla data di comunicazione di ammissione al contributo;

  • una volta ultimato l’intervento dovrà consegnare la modulistica necessaria, più avanti indicata, al fine dell’erogazione del contributo;

2 – l’importo del contributo sarà erogato dal Comune al proprietario entro 60 giorni dalla presentazione della richiesta di erogazione dell’incentivo redatta sull’allegato modulo “Richiesta erogazione contributo economico” previa verifica della congruità della documentazione sotto indicata che dovrà essere completa in ogni sua parte;

3 – il proprietario dell’edificio con manufatto in cemento amianto, qualora l’intervento di bonifica riguardi il rifacimento della copertura, è tenuto a rispettare il Regolamento Urbanistico Edilizio ovvero alla eventuale presentazione della Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (C.I.L.A.) o di altro titolo abilitativo richiesto dalla normativa vigente;

4 – i documenti da allegare al fine dell’erogazione dell’incentivo sono:

  • Fattura rilasciata dalla ditta specializzata relativamente alle operazioni di rimozione, trattamento e confezionamento, trasporto e smaltimento presso discarica autorizzata;

  • Formulario di identificazione del rifiuto debitamente compilato con chiara indicazione dell'indirizzo dell'edificio, del peso e/o dei metri quadrati smaltiti (copia controfirmata e datata in arrivo dal destinatario finale del rifiuto);

  • Coordinate bancarie del beneficiario (codice IBAN) per poter eseguire il pagamento del contributo mediante bonifico;

  • Fotocopia del frontespizio, con timbro della AUSL ricevente, attestante l’avvenuta presentazione del Piano di lavoro (art. 256 Titolo IX capo 3 D.Lgs. 81 del 09.04.2008);

  • Fotocopia carta di identità;

  • Fotocopia titolo abilitativo all’intervento (se dovuto).

La documentazione deve essere completa in ogni sua parte pena la mancata accettazione della pratica.

 

 

Articolo 6 (Validità del presente bando)

Il presente bando ha validità per il triennio 2020/2022, ed i contributi saranno erogati annualmente nel limite della somma stanziata nell’anno di riferimento come stabilito all’art. 3.


Pubblicato il 
Aggiornato il